Corpo di un ottantenne recuperato nel Naviglio

Il corpo di un anziano è stato ripescato ieri nel primo pomeriggio dalle acque del Naviglio Grande. Anche se come sempre, fino a quando gli accertamenti non avranno escluso l’evento doloso, rimangono aperte tutte le ipotesi, in base alle prime impressioni dovrebbe essersi trattato di un incidente o di un suicidio. L’allarme è stato lanciato da alcuni passanti che avevano notato il corpo galleggiare lungo via Ludovico il Moro all’altezza del civico 200. Sul posto, oltre ad alcuni equipaggi delle volanti, sono arrivati anche i vigili del fuoco che in pochi minuti hanno recuperato il cadavere. L’uomo è stato in seguito identificato come Giuseppe L., architetto di 81 anni, residente a Barlassina. Ora la polizia sta cercando di capire dai familiari se l’uomo avesse problemi di salute o soffrisse di crisi depressive, per dare una spiegazione al suo annegamento.