Il Corpus Domini sfratta il Gay Pride

C’è il Corpus Domini, niente Gay Pride. Ma sulla nuova data della manifestazione di Genova le trattative sono ancora in alto mare. Una bella gatta da pelare per il sindaco, Marta Vincenzi (nella foto), che ieri ha affidato al suo assessore alla Cultura, Andrea Ranieri, il compito di spiegare il perché dello spostamento della manifestazione di Arcigay. «Non avrei avuto problemi – ha spiegato l’assessore – sul 13 giugno, in coincidenza del Corpus Domini, ma sono stati gli stessi vigili urbani a spiegarmi l’impossibilità di far convivere i due cortei. Perciò il Comune ha chiesto il trasferimento. Le date più probabili in cui spostare il Gay Pride 2009 di Genova sono il 20 e il 27 giugno». Ma il problema resta. Il 20 non piace perché coincide con i ballottaggi delle amministrative, il 27 è troppo vicino al Gay Pride romano. La trattativa procede.