Corradi all’attacco della Sampdoria

Gira intorno a quattro nomi il mercato attaccanti della Sampdoria. A quelli di Palladino, Zalayeta e Brienza ieri si è aggiunto Bernardo Corradi, in forza al Manchester City (19 presenze e 3 gol nella stagione appena conclusa), ma con una gran voglia di tornare in Italia. In una intervista al «Sunday Mirror», l'agente del giocatore Moreno Roggi ha dichiarato finita l'esperienza inglese dell'ex azzurro che sarebbe corteggiato in patria da Sampdoria, Parma e Torino.
La Samp, che ieri ha ufficializzato la richiesta di rescissione del contratto a Francesco Flachi, già in passato aveva tentato di convincere Corradi a trasferirsi a Genova, ma senza fortuna, visti gli alti emolumenti percepiti dal giocatore. Ora la pista si riapre ma, in questo caso, forse è la punta senese che si propone più che il contrario. I blucerchiati, infatti, sono sempre decisi a trattare con la Juventus per Raffaele Palladino e Marcelo Zalayeta. La trattativa per Palladino è ostacolata dalle pressioni di Ranieri che lo vorrebbe tenere. Potrebbe essere lo stesso giocatore a voler lasciare temporaneamente Torino, visto che i bianconeri il prossimo anno non avranno coppe europee da disputare e l'attaccante salernitano si troverebbe chiuso da Del Piero, Iaquinta, Trezeguet, più un altro colpo in attacco che sta preparando la dirigenza della Vecchia Signora. L'intesa si potrebbe trovare sul prestito annuale, anche se la Sampdoria preferirebbe avere il giocatore in comproprietà. Più semplice arrivare a Zalayeta, che non rientra nei piani della nuova Juve pronta a cederne l'intero cartellino.
Oggi, intanto, sarà il giorno di Alessandro Lucarelli e Luca Vigiani in blucerchiato. Beppe Marotta e il presidente della Reggina Lillo Foti dovrebbero incontrarsi a Milano per definire la trattativa. Sul fronte cessioni in stand by la situazione di Gennaro Delvecchio per cui si raffredda l'ipotesi del Celtic Glasgow. Il centrocampista sembra destinato al Palermo da cui la Samp, se non riuscisse a chiudere per Palladino, potrebbe prendere anche il trequartista Brienza.