Corradi si avvicina alla Samp

Federico Casabella

Fabio, la sua foga, la sua voglia di lottare per riconquistare un allenatore, una società, una tifoseria e se stesso: tutto si infrange come un’onda su uno scoglio, al 18’ minuto di una partita d’estate. Basta un contrasto senza cattiveria, un ginocchio che si gira in maniera innaturale, che si gonfia fino a portarlo alle lacrime per capire che, il suo desiderio di rivalsa finisce lì, per ora. Tutto rimandato a dopo Natale: Fabio, l’Europa, il nuovo campionato, la gradinata sud li conoscerà solo con l’anno nuovo. Una perdita per l’organico della Sampdoria non solo per il ruolo in campo, anche per la personalità da uomo spogliatoio, come confermano i suoi compagni che cercano di rincuorarlo a distanza con telefonate e sms: «È stato sfortunatissimo - si rammarica Castellini - era tranquillo, fisicamente a posto. Si era ritrovato e aveva solo bisogno di fare un gol in una gara ufficiale per far vedere che era tornato. Per noi è una perdita importante, perché Fabio è un trascinatore anche fuori dal campo».
Lesione del legamento crociato anteriore destro, è la diagnosi che assomiglia tanto a quella diagnosticata per Giulio Falcone, anche lui pezzo pregiato della scuderia Sampdoria fermo ai box. Per sostituire entrambi, la Samp è di nuovo sul mercato, e ricomincia a vagliare le possibili soluzioni, compatibili con le esigenze di bilancio. Se per la difesa il nome nuovo è Zanchi, che potrebbe liberarsi dal Messina in caso di non iscrizione al campionato della società siciliana, per l’attacco sembra di essere tornati indietro di un mese, quando Bazza e Samp sembravano i poli opposti.
Un poker di nomi per sostituirlo: Corradi, Zampagna, Bianchi e Cruz. Da questa rosa dovrebbe uscire il nuovo attaccante della Samp. Cominciamo dall’ex laziale: sicuramente è l’obiettivo più facile da centrare e con caratteristiche che più si avvicinano all’identikit della punta che vuole Novellino. Il Valencia lo girerebbe in prestito gratuito, il problema si chiama ingaggio: Bernardo guadagna 1.500.000 euro a stagione, la Samp arriverebbe a garantirgliene 600.000. Se si accontenterà, sarà il benvenuto a Genova, altrimenti non se ne farà niente. Riccardo Zampagna può essere un alternativa valida visto il suo score dell’anno precedente (28 presenze 12 gol in serie A) e la possibile liquidazione del Messina che potrebbe permettere alla Samp di prelevarne l’intero cartellino a costo zero. Per contro ha il fatto che, le sue caratteristiche, potrebbero essere più accostabili a quelle di Flachi e quindi rischierebbe di diventare un doppione. Rolando Bianchi, 20 anni, proprietà Atalanta: potrebbe arrivare in prestito. Lo scorso anno si è fatto vedere a Cagliari, molti lo considerano il nuovo Gilardino, i bergamaschi potrebbero cederlo temporaneamente alla Sampdoria per farlo valorizzare e per dare l’opportunità al giovane di non uscire dal giro dell’Under 21 (il prossimo anno ci sarà l’Europeo di categoria), visto che Gentile ha già deciso di convocare solo giocatori che militano nella massima categoria. Ricardo Julio Cruz, rimane il sogno nel cassetto, una chimera probabilmente, che potrebbe però materializzarsi se all’Inter arrivasse anche Milito ad intasare il reparto offensivo nerazzurro.