Corre in Egitto per i telefonini

Telecom Italia

Akil Beshir, chairman di Telecom Egypt che partecipa con Telecom Italia Sparkle (gruppo Telecom Italia) alla gara di licenza di terzo operatore mobile in Egitto, ha dichiarato che per il momento la sua società non intende rinunciare alla quota del 25% che attualmente detiene di Vodafone Egypt. Quest'ultima gestisce attualmente una quota pari a circa il 50% del mercato egiziano di telefonia mobile. L'altro 50% è gestito dalla Orascom del finanziere Naguib Sawiris che in Italia controlla Wind. È previsto che nel giro di circa un mese l'Authority egiziana delle telecomunicazioni (Ntra) pubblichi una short list dei consorzi pre qualificati. La base d'asta fissata è di 435 milioni. Le buste con le offerte saranno aperte presumibilmente non oltre luglio. Alla gara partecipano, tra gli altri, il gruppo kuwaitiano Mtc, la Mtn sudafricana, la norvegese Telenor, Saudi Telecom, Etisalat Dubai, Turkcell, Bahrein Telecom, la russa Systema e Teletech (Lucent/Sprint).