Corre Lottomatica

Piazza Affari ha fatto meglio delle altre Borse mondiali, con gli indici ufficiali che hanno realizzato un progresso di poco inferiore allo 0,5%. Gli scambi si sono mantenuti sui livelli delle precedenti giornate, con 4,4 miliardi circa di controvalore. A vivacizzare il mercato hanno contribuito gli spunti di Lottomatica (più 6,5%), in relazione all’operazione GTech, con scambi pari al 2,5% del capitale. Gran balzo di Finmeccanica (più 4,87%) all’annuncio dell’importante commessa di elicotteri da parte della Gran Bretagna. In due direzioni i titoli bancari, con spunti per Popolare Milano e Mediobanca, in crescita dell’1,7%, e Finnat (più 4,2%), mentre ritraccia Bnl. Negli assicurativi cede ancora Unipol (meno 1,2%), si mette in vista il gruppo Fonsai (più 2,8%), dopo la cessione di Swiss Life, mentre prosegue l’ascesa di Vittoria assicurazioni (più 2,5%). Tra i titoli del limbo, De’ Longhi balza del 5,1%, all’annuncio dell’inaugurazione di uno stabilimento in Cina; sale anche Buzzi (più 4%). Il tonfo dei telefonici europei ha contagiato Telecom, che perde l’1,5%, mentre arretrano di oltre l’1% Tiscali e Fastweb. Nuova ripresa di Alitalia (più 3%) ma resta piatta Fiat sopra quota 8 euro.