Correre nel verde per capire cos’è la vera ecologia

Una giornata sportivo-agonistica, ma anche un’occasione di movimento e divertimento per famiglie e ragazzi. Un’opportunità per trascorrere la domenica all’aria aperta, ma anche un’esperienza ambientale ed ecologica. Tutto questo è «Green race», la manifestazione promossa da Amsa in collaborazione con Comune, Regione e Italia Nostra, giunta quest’anno alla seconda edizione, entrata ufficialmente nel calendario nazionale ecorunning, la nuova disciplina che coniuga lo sport all’aria aperta, il benessere e l’ecologia.
Il ritrovo è fissato per domenica prossima alle 10 al parco delle Cave, in via Cancano, mentre la partenza sarà alle 11. Due i percorsi in programma: una prova agonistica di 10 km riservata ad atleti e sportivi e una camminata ecologica, aperta a persone di ogni età e capacità che, lunga 2 km, costeggia la cava Cabassi, ricca di piante e animali particolari. In entrambi i casi la formula di gara è la street/country, cioè si propongono scenografici tracciati misti tra stradine asfaltate, terra battuta e prato.
«Con questa manifestazione - ha commentato l’assessore allo Sport e tempo libero Giovanni Terzi - una disciplina come la corsa, così diffusa a Milano, diventa un valido strumento per imparare a conoscere l’ambiente che ci circonda». Sarà proprio l’assessore Terzi, insieme al vicepresidente della Camera Maurizio Lupi, a guidare una delegazione di milanesi in trasferta a New York per partecipare alla celebre maratona e incontrare, il 31 ottobre, Adrian Benepe, Commissioner del New York City department of parks and recreations, per siglare una collaborazione sportiva tra il parco delle Cave e Central park.
«La Green race - ha poi spiegato il direttore generale di Amsa, Salvatore Cappello - si inserisce nel calendario di eventi della Sagra di Baggio, festa che anima questo antico borgo dal 1600». In contemporanea si svolgerà anche la World harmony run, nata nel 1987 come Peace run. È la staffetta podistica più lunga al mondo e porta di città in città, da un continente all’altro, la torcia della pace.