La corretta alimentazione del paziente oncologico

Una alimentazione adeguata, è il primo alleato per recuperare benessere fisico e serenità. É il caso dei pazienti in trattamento chemioterapico, afflitti il più delle volte da sgradevoli effetti collaterali come nausea e vomito determinati dalla terapia. Malesseri temuti dal paziente e i più frequenti, interessano oltre il 65% delle persone sottoposte a chemioterapia. Limitarne l'effetto è possibile, partendo da una corretta alimentazione. «Nel percorso di trattamento oncologico, l'alimentazione deve essere instaurata da subito, sia nel post operatorio, sia durante la chemioterapia», spiega Domenica Lorusso, dirigente medico della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori, Milano. «Questo perché alcuni tipi di alimenti hanno un metabolismo prevalentemente epatico, dove viene metabolizzata anche la chemioterapia. Sovraccaricare ulteriormente il fegato, può quindi peggiorare la tossicità epatica della chemioterapia. La norma generale per questi pazienti, è l'evitare il più possibile i fritti, i sughi molto elaborati, gli insaccati, i dolci con molte creme, le uova. La dieta mediterranea è ottimale. Poi zuccheri e proteine, a mio parere, non dovrebbero essere eliminati completamente, come alcune scuole di pensiero vorrebbero. Meglio preferire 5 pasti al giorno e non i canonici 3, aiuta l'intestino - prosegue Domenica Lorusso - nel riempirsi e svuotarsi, lo stomaco non si sovradistende e quindi non contibuisce ad evocare il riflesso della nausea da chemioterapia». Oltre ad una corretta alimentazione è fondamentale che ai pazienti vengano prescritti con la chemioterapia, farmaci antiemetici appropriati. La nausea e il vomito non vengono ancora oggi sempre trattati a livello farmacologico, pur esistendo Linee Guida riconosciute a livello internazionale, che ne sottolineano la necessità. Un ampio studio, (PEER, condotto in 52 Centri di 8 paesi europei inclusa l'Italia), segnala che quando la somministrazione rispetta le Linee Guida, si riscontra una riduzione di almeno il 10 per cento degli effetti collaterali. (www.nonausea.it per consigli pratici su come affrontare al meglio il periodo della chemioterapia e per scoprire tante ricette appetitose, da poter realizzare).