Corrono le Autostrade

Avvio di settimana incerto, a Piazza Affari, con gli indici principali appiattiti sulle chiusure di venerdì. Risultato in parte dovuto allo stacco di numerosi dividendi e all’attesa di conoscere i risultati del primo trimestre 2007 che vengono resi noti in questi giorni. A risentirne maggiormente è l’attività, con scambi per 4,5 miliardi, rispetto alla media mensile di oltre 6 miliardi. Poco mossi i bancari, con modeste oscillazioni nei due sensi. Bene Banca Generali che cresce di oltre il 2%. Pesanti gli energetici, con Tenaris che arretra di oltre il 4%, ma resistenti le utilities. Segna il passo Fiat, correggono Parmalat e Luxottica e ancora limata Alitalia. Bene Autostrade, in guadagno del 2,8%, che ha segnato un massimo di 25,55 euro, alle attese di nuove convenzioni tra l’Anas e le concessionarie. Sempre in primo piano i titoli delle società idriche, con Mediterranea Acque in crescita del 15,4% ed Acque potabili del 13,3%.