Corrono i petroliferi

Piazza Affari chiude in positivo la prima riunione della settimana, con un risultato modesto (più 0,5%) rispetto alle migliori performance delle altre Borse europee. A trainare il listino i big, come Fiat e i titoli petroliferi; per le azioni del Lingotto (più 1,5%) è attesa oggi la semestrale, mentre in campo energetico, Saipem ha ripreso la corsa al rialzo (più 2,4%), con riflessi sulla capogruppo Eni (più 1%). Hanno fatto meglio Saras (più 2,2%) e Tenaris (più 1,7%). Diffusi recuperi tra i bancari, dove riaffiorano rumors di nuove concentrazioni; debole il Credem, in calo dello 0,6%, in seguito alla smentita dell’istituto di essere interessato a rilevare parte degli sportelli di Intesa Sanpaolo. Cede Italcementi (meno 1%), che ha chiarito la propria posizione sull’inchiesta giudiziaria in Calabria. Ripartono al rialzo i telefonici, la debuttante Cape Live cresce del 3%, ma hanno fatto meglio Ciccolella (più 4,5%) e Panariagroup (più 4,9%).