Corruzione Prosperini patteggia: tre anni e 5 mesi

L’ex assessore regionale lombardo Pier Gianni Prosperini ha patteggiato («in modo silenzioso, senza ammissione», sottolinea lui) 3 anni e 5 mesi di reclusione in relazione a un giro di tangenti. Prosperini era stato portato in carcere il 16 dicembre, accusato di corruzione, turbativa d’asta e truffa per un giro di tangenti nella promozione televisiva del turismo. «Da ora in poi mi dedicherò al volontariato per i meno fortunati, i disabili e per chi ha difficoltà motorie» ha detto Prosperini. Aggiungendo: «Per un po’ niente politica».