La corsa del gasolio non si ferma: 1,28 euro

Nuova giornata di record per i prezzi
dei carburanti che, spinti dalle fiammate del greggio,
registrano anche oggi un’ondata di rincari

Roma - Nuova giornata di record per i prezzi dei carburanti che, spinti dalle fiammate del greggio, registrano anche oggi un’ondata di rincari. Con il gasolio che mette a segno il nuovo massimo storico sfiorando, in alcuni marchi, quota 1,28 euro al litro. Gli aggiornamenti comunicati stamattina riportano infatti, in alcuni distributori - riferiscono fonti dei gestori - rialzi che portano il diesel fino alla quota, mai toccata prima, di 1,279 euro al litro.

La conferma del nuovo record del gasolio - segnato dai distributori Total che hanno rialzato da questa mattina 1,4 centesimi al litro - arriva anche dall’aggiornamento dei listini comunicati dalle compagnie al ministero per lo sviluppo economico che registra oggi una raffica di rincari. Tranne l’Agip, che aveva aumentato ieri, rialzi dei prezzi dei carburanti si registrano infatti in tutti i marchi presenti sulla rete italiana. Con aumenti che superano in alcuni casi 1 centesimo di euro. Come per la Total che ha aumentato di 1,4 cent il gasolio portandolo sul nuovo massimo storico rincarando di 0,5 cents anche la verde a quota 1,369. Aumenti di 2 centesimi, invece, per il diesel Shell (a quota 1,278 euro) e di 1 centesimo, sempre sul diesel, per la Erg (a quota 1,268 euro). I prezzi di vendita consigliati dalle compagnie ai propri gestori per il ’servitò (il rifornimento cioè effettuato dal gestore) arrivano così in alcuni distributori italiani ad un massimo di 1,377 euro al litro per la benzina (alla Shell) ed al picco storico di 1,279 euro per il diesel.