Di corsa vestiti da Babbo Natale per aiutare i bebè

Domenica la maratona di tre chilometri in centro: il ricavato sarà devoluto all’ospedale Buzzi. Fra i partecipanti Ancelotti, Mancini, Kakà e Morandi

Il cappello è quello classico: cono rosso e pon-pon bianco. La casacca pure. Mancheranno solo le renne, ma di quelle non c’è bisogno perché, per una volta, Babbo Natale non si muoverà con le slitte, ma a piedi. Ad aiutarlo non ci saranno gli assistenti venuti da Korvantunturi, ma tanti milanesi vestiti come lui.
Domenica mattina in una Milano addobbata a festa, l’appuntamento è per le 10 in piazza Duomo, ma la partenza de «La corsa di Babbo Natale» è prevista per le 12. Prima dello «start», un po’ di riscaldamento a tempo di musica, per dare la carica anche a chi sportivo non è, ma tiene molto a partecipare. Torna per il terzo anno consecutivo l’iniziativa podistico-natalizia che ha appassionato migliaia di Santa Claus in tutto il mondo. La corsa, promossa da Comune e Regione, è organizzata da Radio Italia e Vista Comunicazione. «Dopo New York non potevo certo mancare a questo appuntamento, ma per ora, non vi assicuro che mi vestirò di rosso», scherza l’assessore allo Sport Giovanni Terzi.
Costume, pettorale di gara e cappello verranno consegnati al momento dell’iscrizione. È possibile iscriversi nei negozi sportivi Decathlon di Largo Cairoli, Adidas in Buenos Aires e Runnes Store in viale Legioni Romane. I costi: 20 euro per gli adulti e cinque per i bambini. Come ogni anno, tutto il ricavato sarà devoluto all’ospedale dei bambini Vittore Buzzi. L’obiettivo di quest’anno è ambizioso: acquistare la Tandem Mass, un macchinario che permetterà al laboratorio di Screening Neonatale di allargare la diagnosi precoce ad altre 40 malattie metaboliche rare che, se diagnosticate in tempo, possono evitare malattie invalidanti a tutti i bambini che nasceranno in Lombardia. «Anch’io sono nata al Buzzi - racconta Paola (la sorella mora del duo Paola e Chiara) - per questo ho accettato subito di fare da madrina a questa iniziativa». Di correre però non se ne parla, «meglio cantare - dice sorridendo - quello ci riesce meglio». A far compagnia alle due cantanti, molti altri vip. In prima fila Gianni Morandi che con la corsa ha un legame speciale, con lui Lucio Dalla, Gigi D’Alessio, Paolo Meneguzzi, Francesco Renga, Anna Tatangelo e tanti altri. Anche le due squadre di calcio milanesi manderanno degni rappresentanti: per l’Inter Mancini, Toldo, Cordoba, Cambiasso, Chivu e Maxwell. Per il Milan, invece, vestiranno i panni di Babbo Natale Ancelotti, Kakà, Gattuso e Gilardino.
Il percorso è semplice: da piazza Duomo a via Dante attraverso corso Vittorio Emanuele e San Babila. In tutto tre chilometri di corsa, per centinaia di cappellini rossi capaci di regalare a Milano un colpo d’occhio magico.