Corse clandestine: l’auto di Fast & Furious equipaggiata Omp

La Ferrari non bastava più. Il brivido delle corse su pista non era più abbastanza elettrizzante. E così la Omp, l’azienda che da 35 anni nello stabilimento di Ronco Scrivia equipaggia con accessori di sicurezza le auto da corsa, ha deciso di darsi al cinema. E lo ha fatto da vera protagonista, vivendo le emozioni del grande schermo proprio come un rampante cavallino di razza. Sono infatti di Omp gli accessori di sicurezza all'interno dell'auto di Paul Walker (Nissan Kaizo GT-R del 2007), utilizzata durante le riprese del film d'azione «Fast and furious - solo parti originali», il quarto attesissimo episodio sulle corse clandestine in uscita nelle sale italiane domani e promosso da Universal Pictures.
A prendere l’iniziativa è stata la filiale americana Omp di Miami che ha preso contatto con la casa di produzione del film per equipaggiare l'auto con il proprio sedile «Rally», le cinture di sicurezza stradali e i pomelli. Una parte non da poco, dal momento che gli accessori sono ripresi in primo piano durante i pazzeschi inseguimenti che si succedono durante le avventure dei protagonisti Dom e Brian.
«Essere chiamati ad equipaggiare una delle auto con dispositivi originali al fine di rispecchiare integralmente l'autenticità dei mezzi utilizzati per il film Fast & Furious ci riempie di soddisfazione - ha commentato Luigi Rossi, responsabile Marketing di Omp - Lavorare con una delle più grandi case cinematografiche al mondo ci ha confermato che solo la ricercata cura del dettaglio e la costante attenzione al particolare rendono grandi le scene». «Fast and Furious», segnail il ritorno di Vin Diesel e di tutti gli altri attori che hanno fatto la fortuna del primo episodio che, nel 2001, incassò più di 207 milioni di dollari. Il secondo fece anche meglio con 236.