Corsi di autodifesa per i farmacisti

A Sesto San Giovanni la polizia non si occupa solo di denunce e passaporti. Dopo aver incontrato gli anziani e i residenti dei quartieri «a rischio», gli agenti, guidati dal vice questore Marisa Santacroce, hanno dato appuntamento ai farmacisti della città. Hanno infatti deciso di incontrare i medici e gli operatori dell'ex Stalingrado d'Italia sempre più colpiti negli ultimi mesi da rapine e piccoli furti. I poliziotti spiegheranno loro come reagire di fronte ai malviventi armati di taglierino o come comportarsi con i tossicodipendenti che entrano in farmacia impugnando una siringa insanguinata. Incontri che non vogliono trasformarli in agenti di Ps ma che intendono tutelare una categoria sempre più nel mirino dei malviventi. Per sconfiggere i rapinatori in città sono arrivati anche i poliziotti motociclisti in borghese per meglio inseguire chi taglia la corda in sella ad uno scooter. E se a Sesto la polizia si dedica ai commercianti, a Cinisello gli agenti si occupano invece dei più piccoli. Insieme all'associazione Libera, il procuratore capo Giancarlo Caselli e il dirigente del commissariato Ottavio Aragona hanno incontrato all'auditorium dell'istituto scolastico Parco Nord 500 alunni delle scuole medie inferiori e superiori per parlare di legalità e mafia.

Annunci

Altri articoli