Corsi di formazione regionale Più di 29mila studenti in classe

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato, su proposta dell'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Gianni Rossoni, il provvedimento che garantisce la prosecuzione e l'avvio di nuovi corsi triennali di formazione professionale. La Regione ha stanziato quasi 107 milioni di euro, 4 in più di quelli stanziati lo scorso anno. «I corsi triennali, partiti in via sperimentale, nel 2002 - precisa l'assessore Rossoni - sono stati frequentati in questi anni da migliaia di studenti. Quest'anno se ne contano oltre 29.000, distribuiti in 1.100 corsi, che arrivano alla cifra di 31.000 se consideriamo anche i quarti anni (per un totale di 1.500 corsi). L'abbandono scolastico, in questi corsi è sempre stato bassissimo: meno del 4% rispetto al 30% degli istituti professionali di Stato. Il trasferimento di fondi statali è ancora largamente insufficiente e non permette di rispondere completamente alla domanda di partecipazione delle famiglie e degli allievi: dei 107 milioni stanziati, infatti, la maggior parte grava sul bilancio regionale (circa 60) e solo il restante proviene dal ministero dell'Istruzione e dal ministero del Lavoro (circa 47). Di questi fondi quasi 73 milioni sono destinati alla prosecuzione dei corsi già avviati e gli altri 33 milioni e mezzo a far partire i nuovi corsi. «Con quest'anno - prosegue l'assessore - la nostra offerta formativa tende a stabilizzarsi. Come l'anno scorso, infatti, partiranno 416 nuovi corsi che saranno frequentati da 8.320 allievi. Quest'anno inoltre è l'ultimo anno di sperimentazione, il prossimo, quello 2008-2009, sarà l'anno in cui il sistema andrà a regime con la riforma complessiva del sistema educativo della Regione Lombardia».