Corsi: «L’1-1 è un gol da comiche» Pulvirenti: «Tu te ne intendi, eh?»

Mancava la coda polemica, a questo finale di campionato. Ci hanno pensato il presidente dell’Empoli, Corsi, e quello del Catania, Pulvirenti, nel contesto delle interviste del dopo-partita di Sky. Corsi, alla domanda sul risultato di Catania, ne approfitta per dire: «Il gol del pareggio è stata una vera comica: mi sembrava un campionato UISP (Unione Italiana Sport Per tutti, ndr)». Pulvirenti, poco dopo, ribatte e non ci sta: «Corsi parla di comiche ma lui se ne intende benissimo, l’anno scorso a Empoli ci fu un 3-3 (con la Reggina, ndr) che dire ridicolo è poco». Il presidente dell’Empoli ha anche aggiunto un commento sulla partita del «Massimino»: «Ho visto che dopo il gol di Ibrahimovic la Roma ha praticamente smesso di giocare. Può essere anche comprensibile che abbiano mollato una volta capito che avevano perso lo scudetto. Però fatemi fare i complimenti al Siena che una settimana fa ha frenato l’Inter a San Siro». E proprio a quel punto lancia l’ultima stilettata: «Noi, fortunatamente, abbiamo una cultura sportiva ben radicata. Certo, e la mia è una battuta, non so se convenga più questo atteggiamento o i sassi lanciati sul pullman dell’avversario come avviene a Catania. A giudicare dalla loro salvezza forse hanno ragione loro». E il fair play? Prego, passare un’altra volta.