«Corsia privilegiata per i cristiani»

«Dobbiamo creare una corsia preferenziale per quei Paesi che esprimono persone che hanno facilità a inserirsi nel nostro tessuto». Pier Ferdinando Casini, nel corso del faccia a faccia andato in onda ieri sera su Raiuno, ha spiegato che in fatto di immigrazione bisogna favorire chi viene da Paesi cristiani. «Noi abbiamo una identità religiosa da difendere e non è una affermazione bacchettona, è la nostra storia», ha aggiunto. Il leader della Margherita ha replicato convinto che «ci vuole una politica europea: controllo delle frontiere, integrazione e anche politica del rimpatrio dei clandestini che si deve fare sempre a livello europeo».