CORSO COMO

Spaccio di droga e risse. L’area di corso Como rischia di diventare più famosa per i suoi misfatti che per i suoi divertimenti. Ecco perché il vicesindaco Riccardo De Corato lancia l’idea di «instaurare un presidio fisso delle forze dell’ordine per tutelare i tanti frequentatori della zona», riprendendo le richieste fatte da residenti e commercianti. Una presa di posizione nata dopo l’ultimo fatto di cronaca che riguarda una donna di 30 anni. Vittima di un tentativo di violenza rifiuta di sporgere denuncia, forse per paura. La ragazza è arrivata da Lecco per una serata in un locale del corso. Qui incontra un ragazzo e vanno a fare due passi ma vengono aggrediti da un marocchino. L’amico occasionale scappa e per lei sarebbe finita veramente male se non fosse intervenuto un romeno. La polizia arresta il nordafricano, ma il pm è costretta a scarcerarlo per la mancata denuncia della giovane.