In corso Garibaldi l’asfalto si colora di rosso

Non sarà esattamente come camminare sulla Croisette. Corso Garibaldi si «tinge» di rosso, ma a colorare la strada non è un tappeto bensì l’asfalto con cui da giorni Metropolitana Milanese, che esegue i lavori, sta ricoprendo il vecchio manto grigio. Una scelta che era prevista nel progetto dell’isola ambientale e che rispolvera la colorazione del tradizionale selciato milanese che andava di moda negli anni Sessanta. «L’asfalto rossastro - spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Bruno Simini - è considerato di pregio, ed è pertanto una buona alternativa al tradizionale pavé nelle strade del centro». Non è escluso dunque che il «tappeto» possa essere «steso» anche in altre vie di prestigio. «Questa amministrazione - aggiunge Simini - darà al bello, a parità di “buono”, un’attenzione senza precedenti». Elegante infatti, ma anche innovativo. Il ritorno all’asfalto rosso è una scelta già inaugurata anche da altre città, come Palermo. Il nuovo bitume è composto da materiali che oltre a renderlo più resistente rispettano meglio l’ambiente.