Corso Italia, salpa il nuovo Lido

Il vecchio Lido scomparirà, lasciando spazio a una realizzazione tutta nuova che costerà cento milioni di euro. Infatti come hanno spiegato i tecnici del Comune si tratta di demolire tutte le strutture esistenti per realizzarne di completamente nuove. È prevista anche la demolizione del «Garden», storico locale pizzeria, al posto del quale verrà realizzata una terrazza panoramica sul mare.
Da Corso Italia la vista verso il mare dovrà essere più libera visto che si abbasseranno le quote di costruzione. I promotori del progetto spiegano e assicurano che saranno ampliati gli spazi per il pubblico e non solo per i clienti dello stabilimento. Gli spazi nuovi saranno una passeggiata sotto il livello di Corso Italia, ma congiunta ad esso, che arriverà fino alle terrazze sul mare e vicino alla base velica. I giardini prenderanno il posto del distributore di benzina a levante. Inoltre fiore all’occhiello del progetto sarà la realizzazione di ventitré esclusivi appartamenti che si affacceranno direttamente sulla spiaggia, anche se non saranno visibili facilmente dalla passeggiata. Gli appartamenti - che sono poi la parte su cui si sono scatenate le polemiche - saranno realizzati nelle cubature già esistenti, senza aumentare cioè il livello di cemento in zona, ma sfruttando l’area delle cabine di cemento che esistono oggi.
Sarà demolita anche l’attuale piscina, ma ne sarà realizzata una più bassa di quota e quindi meno impattante sulla visuale. Sarà di forma irregolare e la spiaggia si amplierà di una quarantina di metri rispetto a quanto si estende oggi.
Verrà costruita anche una piscina più piccola per i bambini e un centro benessere con albergo e centro benessere.
Il progetto ha ottenuto la certificazione «Leed» a livello gold, il massimo di valutazione in ambito europeo per l’ecocompatibilità e il risparmio energetico. Non si utilizzerà cemento ma materiali ecocompatibili.