Corso Lodi Coprifuoco anche per le discoteche

Dopo via Padova, Chinatown e Corvetto, oggi il coprifuoco scatta anche in corso Lodi e nelle vie adiacenti. L’ordinanza antidegrado del Comue estende anche a quest’area la restrizione degli orari per negozi di kebab, phone center e centri massaggi e l’obbligo di depositare i contratti d’affitto per i proprietari e occupanti. «Ricalca perfettamente quella del Corvetto - spiega il vicesindaco Riccardo De Corato- salvo che sono state interessate anche le discoteche, il cui orario di chiusura è stato anticipato di due ore, come per via Padova». Il provvedimento riguarda solo tre strade rispetto alle 23 di Corvetto, dove sono presenti 185 attività commerciali e 57 esercizi di vicinato. «Non capisco -sottolinea o- le lamentele di Epam (l’associazione provinciale milanese dei pubblici esercizi, ndr) che nulla aveva avuto da eccepire per l’ordinanza precedente». Il provvedimento «aveva avuto il placet della commissione comunale al commercio. Lì andava bene, ora per corso Lodi si evoca il coprifuoco. Qualcosa non torna. E non vorrei che il vero problema fosse proprio la questione discoteche. Locali che nella zona, tra l’altro, sono stati oggetto più volte di sanzioni da parte dei vigili e qualcuno ha ancora i sigilli».