Corte d’Appello: niente processo per l’ex premier

Milano. La seconda sezione della Corte d’appello di Milano, ha respinto la richiesta, avanzata dalla Procura generale, di tornare a giudicare in appello Silvio Berlusconi, assolto in primo grado per il caso Sme. Lo rendono noto gli avvocati Gaetano Pecorella e Nicolò Ghedini. La richiesta, a detta dei legali di Berlusconi, era stata avanzata «nonostante la legge che esclude la possibilità, per il pubblico ministero, di appellare contro le sentenze di assoluzione»: la Corte, accogliendo le tesi degli avvocati Pecorella e Ghedini, ha così trasmesso gli atti direttamente alla Cassazione. Il processo Sme riguarda la mancata vendita del comparto agroalimentare dell’Iri che raggiunse un’intesa con Buitoni per vendere la Sme a un valore ritenuto inferiore a quello di mercato.