Alla corte di Riccardo III, Cyrano e Don Giovanni

Originalità ed apertura ai nuovi artisti: ecco le credenziali della prossima stagione del Teatro Libero. Corrado D’Elia, che da quest’anno condivide la direzione artistica del Teatro Libero con Sergio Maifredi, presenta con una punta di orgoglio «Una stagione di Stelle!!!». Si parte il 23 settembre dalla ripresa di Novecento, diretto ed interpretato dallo stesso D’Elia. A seguire un’incursione di tre giorni della compagnia Teatro Garage con Sulle vie del Blues, Aia Taumastica con Massimiliano Cividati protagonista di Ghiaccio. A novembre la scena sarà per Tullio Solenghi: protagonista di L’ultima radio di Sabina Negri. A dicembre poi il gran debutto: arriva finalmente il Riccardo III, della compagnia Teatri Possibili, diretto sempre da D’Elia che ha corteggiato questo testo di Shakespeare per lungo tempo. Dalla collaborazione con Teatri Possibili Liguria nasce invece La donna di un tempo: per la regia di Sergio Maifredi, la piéce è tratta dal capolavoro di Roland Schimmelpfenning, giovane contemporaneo tedesco. Non mancheranno le riprese di due «cult», Cyrano de Bergerac in scena a febbraio e, tra maggio e giugno, Don Giovanni. Tra le numerose ospitalità, oltre ad Antonio Zavatteri con Anfitrione spettacolo che inaugura il nuovo anno, in esclusiva dall’Inghilterra sbarca The Pluck Show, uno show di grande forza comica basata sull’azione. Vero West torna a Milano alla fine di gennaio, anticipando la messinscena di 1989 -Crolli della compagnia Atir, un evento inserito per celebrare la ricorrenza del ventesimo anno dalla caduta del Muro. A maggio torna l’appuntamento con la rassegna del Teatro Omosessuale Liberi amori possibili. Anche per il 2008/09 torna Carta Libera, versione basic (6 ingressi, 59) Plus (10 spettacoli a 86 ) e Gold (15 ingressi a 108 ).