Cortei, concerto jazz e cori comunisti I graffitari controllati da 30 telecamere

Milano festeggia i lavoratori a ritmo di jazz. Oggi dalle 17 sul parco esterno della palazzina Liberty di largo Marinai d’Italia andrà in scena il concerto organizzato dal Comune, dai sindacati e dalla Fondazione delle scuole civiche in occasione del Primo Maggio. Sul palco Enzo Jannacci, il figlio Paolo con il suo sestetto, Enrico Intra e Paolo Tomelleri. «Quest’anno abbiamo deciso di organizzare qualcosa di nuovo - racconta l’assessore alle aree cittadine, Andrea Mascaretti - dopo il concerto di musica classica dello scorso anno. Jannacci è un cantante che si è sempre occupato dei lavoratori e di questi temi: ci sembrava la persona più adatta per la festa». Non solo, l’occasione non poteva essere migliore per annunciare l’avvio della fondazione per il Welfare ambrosiano voluto da Comune, confederali, Camera di commercio e Provincia di Milano per aiutare i lavoratori svantaggiati. «La prossima settimana convocheremo un tavolo con i soci, ognuno dei quali ad eccezione della Provincia, ha garantito due milioni di euro, per la costituzione della Fondazione - spiega Mascaretti -. Entro l’estate dunque tutto dovrebbe essere pronto per l’avvio del sistema di microcredito per quei lavoratori in difficoltà che non riescono ad ottenere prestiti dagli istituti bancari». Grazie ai finanziamenti, fino a 25mila euro a persona, a tassi agevolati, il sistema sarà in grado di autorigenerarsi: restituito il prestito, questo sarà immediatamente disponibile per un altra persona. A breve in tutti gli sportelli del territorio degli enti fondatori sarà possibile chiedere informazioni sulla Fondazione Welfare. Una nota: i due milioni di euro versati dai sindacati sono stati sbloccati da un fondo del 1970 derivante dalla contrattazioni sindacali. Prima del concerto verrà deposta una corona di fiori al cedro del Libano intitolato ai caduti sul lavoro. «Primo Maggio in festa» inizierà alle 13 e ospiterà diversi artisti che si esibiranno fino alle 19. Attenzione speciale per i bambini per i quali saranno organizzati giochi e attività.
Previsti anche due cortei: la manifestazione dei confederali, che prenderà il via alle 9,30 in Porta Venezia per arrivare in piazza Duomo dove parleranno i segretari generali dei tre sigle sindacali. Appuntamento alle 15 in piazza XXIV maggio invece per i cub, i sindacati unitari di base e i 10mila precari attesi da tutta Europa, per l’Euro May Day parade che arriverà con i suoi carri colorati in piazza Castello.
Occhi puntati su vandali e graffitari dell’ultima ora: forze dell’ordine, polizia e vigili controlleranno tutto il corso della manifestazione. In loro aiuto 30 telecamere, che permetteranno di individuare eventuali imbrattatori, come avvenuto nel 2004. «Nel gennaio dello scorso anno una sentenza ha segnato la fine di anni di impunità - commenta il vicesindaco Riccardo de Corato - perché dieci manifestanti sono stati finalmente condannati a vario titolo per i danneggiamenti e gli imbrattamenti della manifestazione del May Day Parade del 2004. E tra le fonti di prova sono state utilizzate le registrazioni dei filmati delle telecamere comunali». Uomo avvisato....