Cortei per Dax De Corato: «Settimana di passione»

Con la settimana in arrivo, gli autonomi celebreranno il sesto anniversario della morte di Dax, il giovane dei centri sociali ucciso nel 2003 in via Brioschi. In sua memoria, è in programma una quattro giorni di manifestazioni ed eventi che coincide anche con lo sciopero proclamato dai sindacati per mercoledì. Il tutto rischia di tradursi in «una settimana di passione». È questo il timore del vicesindaco Riccardo De Corato che, visti i precedenti, prevede «chiasso e disagi». «Milano - spiega - in questo mese è stata costretta a subire un’overdose di cortei e manifestazioni conditi dal solito vergognoso copione di aggressioni, insulti, scritte, petardi e traffico in tilt. Sarebbe ora che i centri sociali ci risparmiassero le rimanenti puntate e facessero un po’ di quaresima».
De Corato ammette la sua preoccupazione per il baccano, teme qualche improvvisata (leggi, occupazione abusiva) e ribadisce il suo j’accuse per le abitudini illegali dei centri sociali che «risiedono in immobili privati occupati abusivamente. Accade sia al Cantiere da circa otto anni sia alla Casa Loca da sei anni».