Il corteo anti-rom non ferma la Moioli

Quelli che i «campi rom non li vogliono» sfilano lungo via Feltre, zona parco Lambro. Millecinquecento in corteo senza una bandiera di partito e un solo slogan, «Letizia Moratti rispetta i patti». Già, loro vogliono che il sindaco non «spenda una lira per i campi nomadi», come promesso in campagna elettorale.
E insieme ai cittadini sfilano anche rappresentati delle Istituzioni: consiglieri provinciali, presidenti di zona e consiglieri di zona. Tutti con all’occhiello i simboli di Forza Italia, An e Lega. Tutti pronti a sottoscrivere un patto con i residenti e ad occupare «un’area del parco Lambro con un presidio fisso per garantire la sicurezza ai cittadini». Ma per Palazzo Marino «dalla protesta non arrivano risposte»: «Il progetto di integrazione dei rom va avanti» fa sapere l’assessore ai servizi sociali Mariolina Moioli. Replica che gela il corteo dei millecinquecento e mentre Aldo Brandirali (Fi) viene sonoramente contestato, la Lega preannuncia ancora altre passeggiate padane.