Al corteo di Londra spunta anche Assange

Il fondatore di Wilikeaks è stato in un primo momento fermato dalla polizia che gli ha impedito di indossare una maschera. Ora si trova sulla
gradinata della cattedrale di St. Paul

All’improvviso nel cuore della manifestazione degli indignati a Londra è comparso Julian Assange, il fondatore di Wikileaks. La piazza è esplosa in un urlo di gioia e lui si è piazzato sugli scalini della cattedrale di St Paul dove sembra che voglia tenere un discorso. Secondo quanto riferito via Twitter da uno dei suoi avvocati il fondatore di Wilikeaks è stato in un primo momento fermato dalla polizia che gli ha impedito di indossare una maschera.

Assange si trova ora sulla gradinata della cattedrale di St. Paul, mentre la folla scandisce il suo nome, "Julian, Julian!". Inizialmente si era diffusa tra i partecipanti al corteo e tra coloro che stanno seguendo gli eventi attraverso i social network la notizia che Assange era stato arrestato. In realtà, ha precisato una dei suoi legali, Jen Robinson, Assange è stato fermato dalla polizia che gli ha impedito di indossare una maschera. "Noi non possiamo indossare una maschera per renderci anonimi, mentre questo è consentito ai conti bancari in Svizzera", ha commentato via Twitter. 

Col megafono, attorniato dalla folla, Assange ha detto: "Questo movimento non è per la distruzione della legge, ma per la costruzione della legge".