Il corteo di Roma ha sfilato in tv in 5 milioni di case

da Roma

Se il dato della piazza oscilla tra l’uno e i due milioni di persone presenti alla manifestazione della Cdl, c’è un’altra cifra, questa volta certificata, ed è quella di coloro che, da casa, hanno assistito ai cortei e ai comizi della Casa della Libertà a Roma. Lo speciale di Rai Due, in onda dalle 16.40 alle 18.34, e che ha seguito le fasi centrali della manifestazione, è stato visto da 1.521.000 telespettatori, con il 12,39% di share. Altre 2.658.000 persone hanno invece acceso più o meno alla stessa ora canale 5 per l’edizione speciale, a partire dalle 16, con uno share del 21,65%. La maratona del Tg4 delle 14.30 è stata vista da 1 milione 46mila telespettatori, con uno share del 6,56%. Si sono poi collegati con lo speciale Tg de La Sette 332mila spettatori (2,89% di share). Oltre 5 milioni di persone (5.557.000) hanno dunque seguito da casa la manifestazione della Cdl a piazza San Giovanni, quasi un telespettatore su due: lo share totale è vicino al 45% (43,49%, anche se la fascia del Tg 4 parte dal primo pomeriggio).
La Rai non ha però diffuso ieri le cifre sullo speciale del Tg2. I dati sono stati ottenuti tramite un contatto con l’ufficio stampa. Da viale Mazzini sono stati resi noti invece nel dettaglio i numeri della trasmissione di Fabio Fazio «Che tempo che fa» su Rai 3, delle 20.30, in cui era ospite Adriano Celentano. Il programma ha avuto un target del 24,81% e 6milioni 271mila spettatori, segnando il suo record di ascolti. La Rai sottolinea come sia stata la trasmissione più vista della giornata. Il direttore di rete, Paolo Ruffini, ha ringraziato autori, ospiti e conduttore per aver scritto «una bella pagina di tv intelligente». Dalle 20.38 alla chiusura del programma (21.41), «Che Tempo che fa» è sempre stato sopra Canale 5, per un totale di 64 minuti. Per 55 minuti, inoltre, Raitre è riuscita a superare anche Raiuno, segnalano i responsabili del programma.
Calcolare con l’auditel il presunto vincitore nella sfida televisiva tra la manifestazione di Roma e Celentano è tuttavia impossibile, perché i due «eventi» sono stati trasmessi in fasce orarie diverse, e in quella serale, i due primi telegiornali nazionali delle 20, il Tg 1 il Tg 5, hanno totalizzato insieme quasi 12 milioni di telespettatori, circa il doppio della comparsata di Celentano che ha consentito a «Che tempo che fa» di volare oltre il suo record. Rimane però quel dato di share del pomeriggio, con più di 5 milioni di persone davanti allo schermo, unito alle cifre di Sky tg 24, che però non può diffondere dati disaggregati del suo canale satellitare.