Corti e filmati per capire l’Europa di oggi

La notte di sabato luci accese e porte aperte alla Sapienza per «Università della Notte - Equinozio dei Saperi», un evento rivolto a tutti e che prevede curiose e interessanti iniziative. Tra queste una no-stop di cortometraggi (Facoltà di Scienze Statistiche-aula Gini dalle 21.30) intitolata «Cinema e Realtà... Insieme contro il razzismo». Prodotta da MedFilmfestival Onlus, la rassegna presenta cortometraggi dedicati ai temi come la lotta al razzismo, l’immigrazione e il confronto con la diversità. «Sono temi che ci toccano da vicino - spiega Ginella Vocca, la direttrice del MedFilmfestival -, per questo abbiamo scelto di puntare l’obiettivo su quello che accade nell’area mediterranea. Siamo profondamente convinti dell’importanza del ruolo del cinema, inteso come fonte di conoscenza e stupore, che offre la possibilità concreta di interrogarci sui nostri stessi comportamenti, in particolare sul nostro “Sguardo sull’Altro e la sua Differenza”, spesso improntato alla paura della diversità, una delle causa profonde dell’intolleranza».
Allora ecco Cleaning up your world, ambientato in una lavanderia magica dove ragazzi che si comportano in modo intollerante vengono messi in lavatrice per essere «lavati», Visa del regista marocchino Ibrahim Letaief, una divertente parodia delle prove a cui bisogna sottoporsi per ottenere un visto per la Francia. In I fratelli semaforo di Simone Salvemini, due fratelli albanesi diventano vigili urbani e risolvono a Brindisi il problema del traffico. In chiusura di serata verrà presentato il bando di concorso «Cinema e Realtà... Insieme contro il razzismo» a cui è possibile partecipare con corti, documentari o fotografie dedicate ai temi della lotta al razzismo, della difesa dei diritti umani, della valorizzazione della diversità culturale. Info: www.medfilmfestival.org\