Le Corti islamiche: guerra all’Etiopia

Mogadiscio. Il leader dell'Unione delle Corti Islamiche (Uci), Sheikh Hassan Dahir Aweys, le cui milizie controllano dal giugno scorso Mogadiscio e intere regioni della Somalia, ha dichiarato lo «stato di guerra» con l'Etiopia.
«Tutti i somali devono prendere parte ai combattimenti contro l'Etiopia», è stato l'appello alla popolazione di Aweys, dopo che da tre giorni sono scoppiati degli scontri armati con un centinaio di vittime su vari fronti nella provincia di Baidoa, dove ha sede il governo di transizione somalo (Tfg), l'unico riconosciuto dalla comunità internazionale.
Intanto l’Onu ha lanciato un appello alla calma invitando le parti a cessare le ostilità per consentire l'invio degli aiuti alla popolazione, colpita nelle scorse settimane dalle inondazioni.