Corviale, 25mila mc per attività residenziali

Trecentododici stanze destinate ad attività residenziali al quarto piano di Corviale (tramite destinazione d’uso) per circa 25mila metri cubi per la realizzazione di un’area di pubblica sicurezza a Corvialetto. Queste le principali misure del provvedimento approvato ieri dal Consiglio comunale riunito in seduta straordinaria. «La necessità del cambio di destinazione d’uso - spiega l’assessore capitolino alle Periferie Paolo Carrozza - si deve al fatto che l’edificio fu concepito come un piano destinato ad attività non residenziali, ma che poi fu occupato da un centinaio di famiglie. Ora il contratto di quartiere consentirà alle famiglie di avere un alloggio». «Si dà la risposta a un disagio sociale del quartiere - ha detto l’assessore capitolino ai Lavori pubblici D’Alessandro -. Questo grazie anche a un finanziamento di 10 milioni da parte della Regione». Approvato anche un emendamento che chiede di valutare il luogo dove spostare le cubature di non residenzialità eliminate dal quarto piano. La proposta di An è spostare le cubature lungo la passeggiata.