Così gli Agnelli stanno scalando la Fiat

La famiglia Agnelli non molla la presa sulla Fiat e si ricompra i titoli di casa: ieri in una riunione ristretta ha fatto il punto sull’opportunità o meno di rafforzare subito la presa sul Lingotto. Oggi il cda varerà l’aumento di capitale da tre miliardi grazie al quale le banche diventeranno socie al 27% di Fiat e l’Ifil, la cassaforte che custodisce le chiavi del Lingotto, si diluirà al 22 per cento. Ma l’Ifil è pronta a riportare la quota al 30%. La società guidata da Gabetti avrebbe infatti già da tempo stipulato contratti derivati per un valore di 500 milioni.