Così le banche strangolano le imprese

Bossi e Tremonti raccolgono il grido d’allarme dei piccoli imprenditori. Il leader della Lega avverte le banche: «Abbiamo dato soldi agli istituti perché li prestino alle imprese, non per amicizia». Il ministro dell’Economia avverte: «I prefetti controlleranno i banchieri. Non salveremo quelli che falliscono. E lo Stato vigilerà sul credito». E secondo l’ufficio studi della Cgia di Mestre, i volti delle banche italiane sono due: quello positivo, che vede i nostri istituti di credito essere meno intaccati degli altri dalla crisi finanziaria; e quello negativo per cui gli sportelli italiani sono i più cari e meno efficienti d’Europa.