Così Bersani s’è rimangiato la manovra

L’ultima retromarcia è quella sul cioccolato: niente Iva al 20 per cento. E così è stato per la tassazione degli immobili e per la liberalizzazione del servizio dei taxi: del decreto Bersani non è praticamente rimasto più nulla, a forza di mediazioni e trattative. E adesso tocca ai farmacisti che oggi scioperano per ottenere il ritiro delle misure previste dal governo che aprono alla vendita dei medicinali nei supermarket. La Cdl incalza: «Nel decreto resteranno solo le tasse».