Così Boni e Orlando si scoprono intolleranti

Véronique e Michel Houillé, genitori del piccolo Bruno, ricevono in casa Annette e Alain Reille, genitori di Ferdinand, che ha colpito al viso il loro figlio in una lite di strada. Le due coppie hanno deciso di incontrarsi per regolare la disputa nel segno della civiltà e del buon senso. Questo lo spunto dello spettacolo «Il Dio della carneficina » di Yasmina Reza diretta da Roberto Andò e interpretata da Anna Bonaiuto, Alessio Boni, Michela Cescon e Silvio Orlando in scena da oggi al 10 gennaio all’Eliseo. All’inizio, dunque, ben disposti e concilianti, i protagonisti in scena tentano di familiarizzare con buoni propositi di tolleranza e comprensione reciproca che, però, poco a poco svaniranno del tutto. La produzione che cura «Il Dio della carneficina», ha messo insieme un cast e una regia d’eccezione, per esplorare nel segno di un sulfureo divertimento l’universo tragicomico delle due coppie.