Così il cinema celebra l’Europa dei 25

Ariela Piattelli

Quale miglior modo di festeggiare la «Giornata dell’Europa» se non con una celebrazione della Settima Arte, nata proprio nel cuore del Vecchio Continente. Sarà l’Ugc Ciné Cité di Parco Leonardo a ospitare martedì 9 maggio sera (a partire dalle 19.30) la grande festa del cinema europeo, in contemporanea con Bruxelles, Strasburgo, Parigi e Madrid. Venticinque film in proiezioni che rappresentano altrettanti paesi appartenenti all’Unione Europea: lungometraggi, documentari, prime visioni, corti e animazioni (in lingua originale e non sempre con i sottotitoli in italiano). «Roma città aperta» quindi, aperta alla cultura, all’Europa e al suo cinema dove ogni film rappresenta una tessera di un grande mosaico. Sarà ospite d’onore Kim Rossi Stuart che presenterà il suo film Anche libero va bene(sarà presentato anche a Cannes alla Quinzaine de réalisateurs): la storia è quella di Tommi (il piccolo Alessandro Morace), un bambino di 11 anni alle prese con i conflitti famigliari. Kim Rossi Stuart ammette di essere affascinato dal mondo dell’infanzia: «Credo che giunti all’età adulta - dice l’attore-regista - la vita divenga un’esperienza più mentale e meno sensoriale, rispetto al periodo che arriva alle soglie dell’adolescenza. Questo mi ha probabilmente spinto a raccontare una storia sull’infanzia e a voler spendere del tempo con bambini di dieci o undici anni. Per Tommi la preadolescenza è un periodo molto duro, fatto in buona parte di difficoltà emotive e lui è li che cerca di fabbricarsi gli strumenti giusti, di difesa e di attacco, per non uscirne troppo malconcio». Un altro grande nome del cinema rappresenterà la Finlandia, Aki Kaurismäki con il suo «L’uomo senza passato» (che si aggiudicò il Gran Prix della Giuria e Premio miglior attrice all’edizione di Cannes del 2002). «Italiano per principianti», pellicola di Lone Scherfig che ha avuto un discreto successo nelle sale italiane, rappresenterà la Danimarca. Curiosa ed interessante la rassegna di animazioni e cortometraggi provenienti dall’Estonia: una miscela di creatività dei giovani artisti estoni. E sulla scia del successo dei film documentari dedicati alla musica (Buena Vista Social Club docet) Malta presenta il film Etnika. In search of our lost voice diretto da David Sarge e dedicato alla musica etnica locale. La Grecia, come ha dimostrato in passato con campione di incassi Il mio grosso grasso matrimonio greco, al cinema sceglie la tradizione, la famiglia ed il cibo: presenterà infatti all’Euro Ciné Cité Un tocco di zenzero, la storia di un ragazzo greco e di come la sua infanzia sia stata condizionata dalla sua eccentrica famiglia e dall’amore per il cibo. Info www.ugc.cinecite.it.