Così la corazzata di Monaco arma i suoi cannoni

Monaco di Baviera. La corazzata Bmw aggiusta la rotta. Lo ha annunciato, a Monaco, il chairman del gruppo presentando le rinnovate strategie che verranno messe in atto da oggi al 2012 e poi fino al 2020. Nel primo periodo si lavorerà ad aumentare l’efficienza a ogni livello, con un risparmio valutato in 6 miliardi, sfruttando meglio le potenzialità dei marchi Bmw, Rolls-Royce e Mini. Le vendite di auto (1,4 milioni la stima per quest’anno) dovrebbero salire a 1,8 milioni nel 2012 per poi superare i 2 milioni nel 2020. Non ci saranno, nei prossimi 12 mesi, acquisizioni o merger con altre case di cui molto si è parlato e a supportare piani così ambiziosi arriveranno tante novità, che porteranno il gruppo a spaziare in fasce di mercato dove è ora assente.
Alla imminente X6, Bmw farà seguire il Sav compatto X1; quindi una Gran Turismo ispirata al concept CS dello scorso anno e infine una berlina molto particolare (Progressive Activity Sedan) che dovrebbe puntare sulla spaziosità senza confondersi con i monovolume. Nella gamma Rolls-Royce entreranno la coupé della Phantom e una limousine più compatta e meno costosa. Anche per la Mini ci sarà uno Sport Activity, ma molto speciale e in sintonia con la personalità del marchio britannico.