Così «Diamo strada all’ambiente»

Unire le esigenze della mobilità con quelle della sostenibilità. È quanto ha fatto Mercury, giovane società di noleggio a lungo termine rilevata nel 2003 dalla famiglia Folonari, lanciando il marchio Pro Aura: un brand che, associato allo slogan «Diamo strada all’ambiente», testimonia la volontà di far crescere il business nell’ambito di una cultura rispettosa della natura. Prima tappa concreta di questo percorso, il progetto «Emetto a posto», con il quale Mercury ha compensato le oltre 5mila tonnellate di CO2 emesse nel 2007 dalla propria flotta acquistando certificati Eua (European Union Allowance), i crediti di emissione ufficiali dell’Ue. Una scelta che fa dell’azienda uno dei primi operatori del settore trasporti ad assoggettarsi volontariamente alle direttive del Protocollo di Kyoto sulla riduzione delle emissioni. «In Mercury abbiamo capito che potevamo dare un contributo reale alla difesa dell’ambiente - conferma Italo Folonari, amministratore delegato della società -.; pur in assenza di obblighi di legge, abbiamo aderito in modo volontario al Protocollo di Kyoto: un passo importante nell’ambito del progetto Pro Aura, che ben identifica i nostri sforzi in tema di ecosostenibilità».
Intanto, sono a buon punto i processi di calcolo delle emissioni relative al 2008, destinate anch’esse a essere compensate secondo le medesime modalità. Mentre ulteriori iniziative, già in cantiere, si concentreranno sulle polveri sottili e sull’inquinamento da consumo di pneumatici.