Così falsificarono la fotoGuarda la ricostruzione

La foto del cadavere di Bin Laden, mostrata dalle tv pachistane, sarebbe stata già diffusa sul web 5 mesi fa da un sito iraniano. Ecco svelato il trucco: guarda la video ricostruzione

Washington - E' durata meno di 10 ore. Poi l'imbroglio sulla foto del cadavere di Osama Bin Laden è stato svelato. La rete televisiva satellitare pachistana, la prima ad aver diffuso la foto del volto parzialmente sfigurato di un cadavere, presentato come quello del leader di al Qaeda, ha ammesso che si trattava di un falso. La fotografia è stata ritirata.

La foto incriminata La foto del cadavere di Osama Bin Laden, mostrata questa mattina dalle tv pakistane, sarebbe stata già diffusa sul web cinque mesi fa da un sito informativo iraniano. È su questo che si basa la tesi degli internauti jihadisti nel web per smentire la notizia della morte del leader di al Qaeda. In particolare sostengono che il 10 dicembre del 2010 un sito di informazione iraniano, Tabnak.ir, avrebbe già mostrato quella foto nel quale si vede il volto di Bin Laden, con una barba sorprendentemente molto nera e con la parte superiore della faccia lacerata dalle ferite. A quell’epoca il sito iraniano aveva pubblicato l’immagine accanto al titolo: "È forse questo cadavere di Osama Bin Laden?". Si legge nell’articolo, infatti, che "i media arabi hanno mostrato la foto di un uomo ucciso in una battaglia in Afghanistan il cui volto assomiglia molto a quello di Bin Laden. Nonostante questa grossa somiglianza nessuna fonte indipendente ha però confermato che si tratti dell’immagine di Osama Bin Laden". La stessa foto con la stessa dicitura è apparsa in quei giorni anche sul sito informativo iracheno al-Jewar.org.

Altri dubbi La fotografia del cadavere di Bin Laden secondo il sito pacifista Peacereporter sarebbe in realtà un "falso clamoroso". "Si tratta - scrive il sito it.peacereporter.net, che mostra la foto - di una immagine evidentemente elaborata con un programma di editing di immagini, ripresa dal sito "unconfirmedsources". Il nome del file, peraltro, 20060923-torturedosama.jpg dovrebbe bastare a chiarire l’equivoco: si tratta di una foto del 23 settembre 2006 il cui nome è 'Osama tortuato'".

Le tv Usa non la trasmettono È stata la televisione pachistana GeoTv in lingua urdu a diffondere per prima la fotografia del volto sfigurato e sanguinante di un uomo ucciso affermando che si tratta del leader di al Qaeda. La televisione satellitare francese BFMTV è stata tra le prime a rilanciare l’immagine del cadavere, che poi hanno fatto rapidamente il giro del globo, senza però che ci fosse alcuna conferma del fatto che fosse autentica. La televisione francese, illustrando la foto, dice: "Gli americani hanno appena fornito la prova (della morte di bin Laden) con questa immagine". E molte televisioni italiane ed europee le hanno ridiffuse, senza dubitarne l’autenticità. Le reti televisive americane, al contrario, non diffondono la foto. Sul sito internet Le Post si avanza l’ipotesi che si tratti di un fotomontaggio. Zoomando sull’immagine infatti si nota una netta differenza tra la parte alta del viso e la parte bassa: una parte del volto di bin Laden, bocca, mento e barba potrebbe essere stata incollata al cadavere di un altro uomo. Secondo un giornalista della France Presse, Francois Bougon, - continua il sito internet - questa foto circolerebbe sul web dal novembre 2010.