Così Igor "il russo" si faceva beffe delle forze dell'ordine

Il killer, ancora ricercato per l'omicidio di Budrio, non rispondeva mai alle domande di chi lo arrestava. E sul formulario scriveva: "Volete scrivere un libro su di me?"

"Volete scrivere un libro su di me?". Così Igor "il russo" Vaclavic - Norberth Feher prende in giro le forze dell'ordine dal 2007.

Come racconta il Resto del Carlino, quella sul nome non è l'unica menzogna del killer di Budrio. Oltre a mentire sulle sue origini e sul suo passato, l'uomo non ha mai raccontato nulla di sé. E anzi, nel formulario che doveva riempire ogni volta che veniva fermato si divertiva a scrivere frasi come "Non sono obbligato a rispondere!", "Nessuna autobiografia! Grazie!", "Volete per caso scrivere un libro???". Il tutto poi siglato con un finto ideogramma giapponese. Oppure, come in occasione del suo primo arresto, si faceva beffe delle autorità scrivendo in crillico e inventando il nome dei suoi genitori o il suo precedente lavoro ("esercito, fanteria leggera"). Trucchetti che lo hanno aiutato a restare - impunito - in Italia, nonostante i due decreti di espulsione che lo avevano raggiunto: come si fa a rispedire un "fantasma" che non rivela mai il suo vero Paese d'origine?

Commenti

edo1969

Dom, 17/09/2017 - 22:30

Fatemi ministro dell'interno, altro che decreti di espulsione farlocchi: personaggi come questo non uscirebbero di galera se non dopo un'intensa terapia di elettrochoc. Docili come pecorelle.

-cavecanem-

Dom, 17/09/2017 - 23:48

Non bisogna esser un genio per capire che qui in Italia te la spassi, specialmente se straniero. Anche il balordo di Igor questi calcoli se l'era fatti.

Royfree

Lun, 18/09/2017 - 00:47

Come lo si sbatte fuori a calci? Semplice, se non parla Italiano e non è un turista lo prendi a calci nei denti.

Tipperary

Lun, 18/09/2017 - 05:40

In questa italietta allo sbando delle scie chimiche stanno tutti benone. E chi si muove più .

vigpi

Lun, 18/09/2017 - 07:27

Non lo si rimanda al suo paese perchè non lo conosci??? Si fa come in Australia. Li mandano tutti su un isola a pane e acqua. Poi si aspetta che siano loro a chiedere di tornarsene a casa. Certo che se qui li metti in albergo con cellulare ,wi-fi, pocket money.....ma chi li smuove??

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 18/09/2017 - 08:59

""come si fa a rispedire un "fantasma" che non rivela mai il suo vero Paese d'origine? "" Semplice, lo si sbatte in galera fino a che non produce un documento attestante la nazionalità. Punto !