Così «lady Cachemire» truffava i negozianti

Truffava i commercianti dei negozi di lusso nei quartieri Parioli, Monti e Salario, pagando con assegni di illecita provenienza. Adorava i maglioni in cachemire e si sottoponeva a trattamenti estetici. Ma ieri, dopo numerose denunce, per «lady cachemire» sono scattate le manette. La donna, R. P. di 51 anni, offriva come garanzia dei pagamenti un tesserino dell’Ordine dei Medici, rubato durante una visita medica alla titolare di un laboratorio di analisi cliniche.