«Così liberiamo i clienti dalle complessità»

C’è un file rouge che congiunge gli ultimi annunci di Vodafone Italia per il mercato della telefonia fissa e di Internet. L’introduzione della Vodafone Station e dell’offerta Vodafone Casa Internet e Telefono rappresentano la «logica prosecuzione», come conferma Stefano Parisse, direttore della divisione @Home @Office, delle soluzioni Vodafone Casa Libera e Vodafone Rete Unica per le aziende.
La prima, ricordiamo, permette agli utenti di portare il proprio numero fisso direttamente sul cellulare, mentre la seconda consente alle imprese di integrare telefonia fissa, mobile e connessione a larga banda su una piattaforma gestita da un unico operatore: Vodafone. Il filo rosso si chiama «Integrazione». Un’integrazione che per gli utenti significa risolvere più problemi di comunicazione in modo semplice e, se possibile, immediato. «Ai clienti - spiega Parisse - non interessano tanto le tecnologie quanto poter parlare e navigare sul web senza difficoltà. Sulla base di una filosofia orientata a soddisfare i bisogni dei nostri clienti, abbiamo inventato la Vodafone Station e progettato un’offerta integrata di telefonia e navigazione web erogata da un unico operatore, con un unico servizio clienti e un’unica bolletta. E fruibile da subito, senza cioè dover aspettare settimane o mesi per vedersi installare l’Adsl. Grazie alla Internet Key abbinata, infatti, con la Vodafone Station si può già cominciare a navigare in casa anche in attesa dell’Adsl».
Una possibilità che potrà essere sfruttata anche in modo permanente da quelle utenze, soprattutto nelle aree rurali, dove la banda larga fissa non è ancora arrivata. L’attenzione ai bisogni si vede anche nel modo in cui Vodafone ha deciso di commercializzare la nuova offerta. «Per lanciare Vodafone Station e Vodafone Casa Internet e Telefono - afferma Parisse - abbiamo deciso di offrire, a chi sottoscrive il servizio, la possibilità di navigare gratuitamente con la Internet Key durante tutto il periodo delle vacanze. L’Adsl, con il relativo canone, arriveranno a settembre». Per il futuro della Vodafone Station cosa ha in serbo Vodafone? «Con questa tecnologia abbiamo aperto un fronte dietro il quale c’è un’immensa quantità di cose da scoprire e da inventare. Ma come operatore tendiamo a offrire servizi solo laddove crediamo ci sia un mercato rilevante da soddisfare». Il seguito nelle prossime puntate.