Così è ridotta la sanità in centro

L’ambulatorio di via Canova sostituirà il San Giacomo. Dubbi sulla regolarità dei lavori

Chi l’avrebbe mai detto che nella casa-studio di Antonio Canova, nell’omonima via dove è ubicato l’ospedale San Giacomo, qualche operaio poco accorto potesse aprire un incavo nel muro esterno, demolire una parte dell’intonaco, porre tramezzi interni e aprire porte? Già, eppure al civico 19 di via Canova, dove tra un mesetto verrà aperto il nuovo ambulatorio che dovrà provvedere ai pazienti del nosocomio dopo la chiusura, chi lavora alla ristrutturazione non va troppo per il sottile. Però si tratta di fare in fretta; infatti l’ordine perentorio del commissario Marrazzo è di ultimare le operazioni in tempo utile a non creare disagi all’utenza. E così è. (...)
SEGUE A PAGINA 49