Così Sanremo scopre Sepulveda

È Sanremo ad aprire la seconda edizione di Mondomare festival, la manifestazione dedicata alla cultura del mare. Si inizia oggi alle 17 col concerto itinerante della Banda di Caricamento, orchestra multietnica nata a Genova. Alle 18 al Palafiori saranno inaugurate le mostre curate da Ferruccio Giromini «Il Salgarone», «Tele da sdraio» e «Solid water». Riflettori puntati, quindi, sul triplice appuntamento con Luis Sepulveda. Alle 21 in piazza S. Siro lo scrittore cileno sarà intervistato da Pietro Cheli (Gioele Dix, accompagnato da Filippo Gambetta, leggerà il racconto «L’isola»). Domani alle 19 al Palafiori per i più piccoli andrà in scena «Storia della gabbianella e il gatto», mentre domenica alle 21.30, a Villa Ormond, prima dello spettacolo creato per il festival, «Il mondo alla fine del mondo», intenso monologo interpretato da Giorgio Scaramuzzino con la regia di Giorgio Gallione, tratto appunto dall’omonimo romanzo di Sepulveda.
Ma in queste tre giornate ci sarà di tutto di più. Oggi alle 18 Michele Serra, Giovanni Zucconi e Neri Marcoré scherzeranno con le vacanze degli italiani; in serata teatro circo con «Tesoro». Domani alle 11 laboratori per bambini e travestimenti con costumi ispirati a Jacoviotti (ore 18 piazza Colombo). Alle 19.30 alla spiaggia Morgana «Storie sulla sabbia» con Dario Vergassola. Domenica (ore 11 palafiori) dialogo tra Khaled Fouad Allam e Roberto Giardina per scoprire le vie del Mediterraneo. Alla stessa ora «Sopra e sotto il mare», immersione subacquea virtuale. Prossimi appuntamenti a Savona, Lavagna e Lerici.