Così la seconda casa viaggia in prima classe

Particolari e materiali raffinati per uno stile sempre più vicino alle abitazioni di città

Antonello Mosca

La casa dell'estate è una casa fatta di mille particolari, particolari che la differenziano da quella di città, che la rendono sempre accogliente e calda ma che debbono avere il potere di renderla cordiale e facile da vivere, facendoci sentire, una volta che siamo tra queste mura, tutto il sapore del relax e del riposo, senza impegnarci per nulla in progetti di rivoluzioni e rifacimenti. Ma questo forse è nei sogni, perché in realtà anche la casa dell'estate, che sia la nostra seconda, o sia quella di parenti, oggi sta diventando preda di un desiderio sottile di rifacimento, di miglioramento, alla ricerca di una immagine di vita che sia più in linea con i tempi e con quanto abbiamo attorno nella casa di tutti i giorni.
Si va perdendo così quella spontaneità, quel piacere di un gusto semplice e contadino, in favore di un lifestyle certamente più impegnativo ma altrettanto più gratificante nei riguardi di noi stessi e più nobile nei riguardi di ospiti ed amici. E testimonianza di tutto questo è il vedere come le casa di vacanza erano state progettate qualche anno fa e come lo sono ora. Si usavano materiali costruttivi semplici, di costo contenuto, i locali erano arredati in maniera spartana, il giardino era uno spazio verde colorato di fiori, ombrelloni e dondoli erano gli arredi trionfanti in questi spazi, la macchina si riparava sotto un canonizzo, tanto per renderla infuocata dal sole.
Tornate negli stessi luoghi e vedrete tutto mutato: la villetta è ora una villa, il giardinetto un piccolo parco, con piante che arrivano anche da lontano, gli interni sono curati, colori e tessuti sprigionano allegria ed eleganza al tempo stesso, i pavimenti non sono più nelle modeste ceramiche tinta unita, l'illuminazione si è fatta suggestiva e i mobili non sono più cose di recupero o di semplice fattura, ma pezzi di mercato raffinato, pezzi di design firmati e realizzati da aziende leader.
Si dirà che tutto non è così e nemmeno dovunque, ma il fenomeno si sta sviluppando in maniera più che evidente, e lo testimoniano le agenzie immobiliari delle varie località i piccoli costruttori, i vivaisti, i negozianti di mobili e arredi. D'altra parte il miglioramento della qualità nella vita non può limitarsi ad una bella casa di città, quando si parla di interni ed allora può essere divertente andare alla ricerca nei negozi più importanti e qualificati di una serie di pezzi, firmati da grandi designer, fatti per essere inseriti in un contesto casual e che è molto vicino a quello di una bella casa di vacanza. Troveremo di sicuro elementi adatti a risolvere questi problemi e al tempo stesso ci troveremo sorpresi nel trovarci davanti ad accostamenti che generano risultati ai quali certamente non avevamo pensato.