Così si allenavano i samurai

Il sumo - vocabolo che in giapponese significa «strattonarsi a vicenda» - è la prima forma di lotta trasformatasi in arte marziale ed è profondamente legata alla mitologia del Giappone, dove è sport nazionale. Nei secoli ha assunto valori diversi, dal rito propiziatorio all'allenamento per i samurai. I lottatori si affrontano in un cerchio di 4,55 metri di diametro: vince chi spinge l'avversario fuori dal cerchio o gli fa toccare terra con una parte del corpo che non sia la pianta dei piedi. Contano potenza, tecnica, agilità, forza mentale. Per informazioni: www.fijlkam.it oppure www.sumo.it.