Così si impara a fuggire dalla routine

L’estate è la stagione migliore per mettersi a studiare. Almeno a giudicare dal boom di corsi che la città propone nel periodo tradizionalmente dedicato alle vacanze. Nessuna contraddizione: si tratta, infatti, per lo più di lezioni di discipline artistiche, che consentono a chi le segue, di prendersi una «vacanza» dal quotidiano, concentrandosi su argomenti e materie che appassionano e, magari, dando finalmente sfogo a talenti che la vita quotidiana e professionale ha chiuso nel cassetto. L’offerta è ampia e articolata. Si comincia dall’università popolare Upter, che, fino a settembre, propone diverse discipline, da archeologia romana a cinema e regia, da fotografia - anche di viaggio - a letterature e lingue straniere. La maggior parte delle lezioni, da quest’anno, si tiene a Palazzo Englefield, in via IV Novembre, ma non mancano sedi dislocate nelle diverse zone della città. Non solo. La struttura organizza speciali seminari sulla narrazione di sé presso il Centro Internazionale Movimento Oasi di Grottaferrata: dal 19 al 21 settembre, «Odio l’estate!», per imparare a «raccontarsi attraverso le canzoni». Su editoria e comunicazione le lezioni di Oblique, in via Arezzo 18, disponibili pure «a distanza».
Pressoché su misura i corsi di Caleidos Creazioni d’Arte, in via dei Girasoli 9, che garantisce «iscrizioni sempre aperte» a corsi personalizzati, senza limiti d’età, di vetrate artistiche rilegate a piombo, tecnica tiffany, mosaico in vetro, o marmo e smalti, vetrofusione e decorazione, trompe l’oeil. Solo due serate, 28 e 29 luglio, per il laboratorio di creta al Parco Santa Maria della Pietà. Arte da creare e da guardare. Palazzo delle Esposizioni, in occasione della Quadriennale, organizza il mercoledì, da luglio a settembre, percorsi guidati all’interno dell’esposizione per imparare a «leggere l’opera». I temi scelti sono tre: «L’arte in/forma», sul rapporto tra estetica e impegno, «Vietato non toccare», su manipolazione e interazione, e «A futura memoria», sulla presenza della memoria nell’arte contemporanea. Non mancano indirizzi ad hoc per chi voglia studiare le lingue. La British School di Ostia, in via della Stazione Lido, ad agosto offre corsi intensivi di inglese e conversazione. Prendono il via il 18 agosto per concludersi il 19 settembre, quelli di latino e greco dell’Università Pontificia Salesiana, che ogni sabato propone pure visite a città e dintorni. Ritmi «caldi» per chi ama il ballo. Per esperti e «chi non sa ballare» le lezioni di salsa cubana di SalsaRomaClub al centro Eschilo, in via Eschilo 85. Per principianti, livello avanzato o personali, quelli intensivi di Tribù Salsera, in via Muro Lucano 2. Gli amanti del tango che desiderino apprenderne i primi rudimenti, si riuniscono ogni giovedì al Parco del Ninfeo, all’Eur, che, dalle 23 alle 24, fino al 6 settembre, ospita la scuola «Fervor de Tango». Alla musica pensa Ciulinga con «Ripercussioni», laboratorio sulle percussioni, fino al 24 luglio al Parco degli Acquedotti.