Cosa frulla (di nuovo) in testa e trasforma il carciofo in seta

«Vorrei nei miei capelli la luce del sole, la fluidità della seta, la modernità del design senza rinunciare alla praticità...» tutte le donne sognano una nuova «testa» per uscire dall'anonimato. E quest'inverno i sogni si allargano perché lo styling di gran tendenza è quello da diva del cinema anni Quaranta e Cinquanta. Perciò capelli mossi con le onde di aspetto naturale. Tuttavia, prima di ogni discorso sui nuovi trend è fondamentale preoccuparsi della salute dei capelli. Le strategie in questo senso sono numerose a partire dalle coloriture che ormai virano verso l'uso di pigmenti naturali e perciò curativi. Poi è necessaria la perfetta personalizzazione di colore, taglio e coiffure per ogni tipo di donna, sia essa bionda e mora, riccioluta o liscia. Nella spasmodica ricerca di un coiffeur speciale la grande sorpresa può essere un indirizzo dove nulla è consueto. A partire dal nome: Maison Mamì. A tagliare il nastro della prima location nel 2007 non è stata una cover girl ma nonna Antoinette affettuosamente chiamata Mamì, una donna di fascino alla quale il nipote Luigi Ciccarelli da Viareggio, hair stylist di fama e d'esperienza grazie anche alle prestigiose collaborazioni con stilisti di moda e sfilate, ha dedicato il nuovo concept. Installato in uno storico palazzo al numero 6 di corso Italia nel centro di Milano, il salone è simile a un salotto in cui si respira il fascino degli anni Venti.
Consolle in rovere nero con specchi rotondi si stagliano sul parquet scuro e s'illuminano sotto altissimi lucernai con abbondanza di luce naturale. Una signora con cresta e grembiulino bianco si aggira fra divani e poltrone per servire tè, caffè o acqua con quel garbo che si addice a una casa raffinata pervasa dal delicato profumo d'incenso.
Non manca il bar e soprattutto la cucina dove grandi contenitori stile gelateria custodiscono gli henné che arrivano da tutte le parti del mondo e sono estratti da vegetali fra cui foglie di noce, camomilla, castagno, caffè. Polveri che amalgamate a yogurt, olio d'oliva, enzimi naturali e acqua bollente, vengono frullate per dar vita al famoso «frappé» con cui si ottengono una decina di pozioni coprenti e curative naturali per altrettante magnifiche tonalità. Un trattamento che affascina anche i più rigorosi accademici in fatto di coloritura dei capelli perché lo chef che l'ha inventato e che maneggia senza bilancini e misurini questi elementi ha il talento di un alchimista. «Ascolto la mia sensibilità - spiega infatti il direttore artistico Luigi Ciccarelli che da oltre 25 anni mette le mani fra i capelli di signore chic ed esigenti e che ha declinato il concept da lui disegnato anche in una serie di atelier inaugurati a Forte dei Marmi, in corso Venezia 8 a Milano, e prossimamente sia a Milano sia in altre città. Partner di Wella Professionals, si avvale per tutte le maison di hair stylist di alto profilo tecnico e creativo e di prodotti di prima qualità con shampoo alla cheratina, maschera al burro di karité e olio di argan, olio setificante con principi attivi estratti dall'albero del baobab. In omaggio al cinema degli anni Cinquanta evocato nell'atelier attraverso immagini video-proiettate, alcune pettinature prendono i nomi delle dive, da Marilyn con i tipici roller sotto il casco a Marlene con onde fisse e ricci piatti. Inutile dire che nel segreto delle cabine si eseguono accurati trattamenti di estetica e di bellezza con il contributo della lussuosa linea di prodotti Institut Esthederm. C'è da dire che nelle nuove terapie ristrutturanti dedicate espressamente ai capelli ci sono due componenti essenziali: la ricerca e l'utilizzo di olio di argan. La prima società ad aver messo a punto una serie di prodotti usati esclusivamente all'interno del saloni e finiti sui red carpet grazie alla bellezza dei capelli di tante dive si chiama Moroccanoil, azienda che attraverso i più celebrati hai-stylist internazionali, tra cui Robert Vetica, ha lucidato e setificato le chiome di Scarlett Johansson, Hilary Swank, Marion Cotillard e Salma Hayek. La sua linea comprende numerosi prodotti, tutti straordinari. Così come lo è la nuova linea Naturaltech di Davines con ingredienti mai utilizzati prima in ambito cosmetico. Si tratta di fitoceutici, ossia di composti biologici esclusivamente vegetali ad altissimo potere antiossidante, antiinfiammatorio e antiradicalico. Per esempio uva, limone, caffè, tarassaco, mirtillo, echinacea e carciofo.