Cossiga fa visita al «caro amico Antonio» sicuro della sua «rigida correttezza»

L'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga si è recato ieri dal governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio per esprimergli piena fiducia nella correttezza del suo comportamento nella vicenda Antonveneta. Lo ha detto lo stesso Cossiga. «Mi sono recato a esprimere al governatore della Banca d'Italia, il caro amico Antonio Fazio, la mia solidarietà per il modo in cui una magistratura «non responsabile», (parlo di responsabilità in senso politico: ne prenda nota il competente sostituto procuratore di turno), indaga sulla Banca e su di lui», scrive Cossiga in una nota. «Non so se l'operazione che l'istituto ha autorizzato sia economicamente buona o meno, certamente la Procura della Repubblica di Milano lo sa ancora meno di me! Quel di cui sono certo è della rigida correttezza e della luminosa trasparenza di Antonio Fazio e della Vigilanza».